Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "per saperne si più"

Piano di studi

Il piano di studi del Liceo Scientifico “Enrico MEDI” accosta il giovane alla cultura umanistica ed approfondisce, nei metodi e nei contenuti, la cultura scientifica. 
Lo sviluppo armonico delle diverse discipline, nel loro approfondimento integrato, contribuisce a formare una mentalità ed una forma di sapere consapevole, critico e creativo.
Nel quadro delle finalità generali l’indirizzo scientifico si propone:
• la valorizzazione del legame tra scienza e dimensione umanistica del sapere; 
• la ricerca di percorsi formativi capaci di fare emergere il valore, il metodo, i processi costitutivi dei concetti e delle categorie scientifiche.

Dall'anno scolastico 2011/12 il Liceo scientifico si è arricchito di due nuovi indirizzi:

il  Liceo Linguistico

ed il Liceo delle Scienze Applicate.

I quadri orario previsti per i vari indirizzi sono i seguenti:

LICEO CLASSICO

MATERIE
CLASSI E ORE SETTIMANALI
   
  1^ 2^ 3^ 4^ 5^
S=scritto O=orale
Religione
1
1
1
1
1
 
O
Italiano
4
4
4
4
4
S
O
Latino
5
5
4
4
4
S
O
Greco
4
4
3
3
3
S
O
Lingua straniera
3
3
3
3
3
S
O
Storia e Geografia
3
3
 
 
 
 
O
Storia
 
 
2
2
2
 
O
Filosofia
 
 
3
3
3
 
O
Scienze
2
2
3
3
3
 
O
Fisica
 
 
2
2
2
 
O
Matematica
3
3
2
2
2
 
O
Storia dell'arte
 
 
2
2
2
 
O
Ed. Fisica
2
2
2
2
2
 
 O
TOTALE ORE SETT.
27
27
31
31
31
 
 

 

 

LICEO SCIENTIFICO

MATERIE
CLASSI E ORE SETTIMANALI
   
  1^ 2^ 3^ 4^ 5^
S=scritto O=orale
Religione
1
1
1
1
1
 
O
Italiano
4
4
4
4
4
S
O
Latino
3
3
3
3
3
S
O
Lingua straniera
3
3
3
3
3
S
O
Storia e Geografia
3
3
 
 
 
 
O
Storia
 
 
3
3
3
 
O
Filosofia
 
 
3
3
3
 
O
Scienze
2
2
2
2
2
 
O
Fisica
 
 
2
2
2
 
O
Matematica
3
3
2
2
2
 
O
Storia
2
2
2
2
2
S
O
Ed. Fisica
2
2
2
2
2
 
 
TOTALE ORE SETT.
27
27
30
30
30
 
 

 

LICEO LINGUISTICO
MATERIE
CLASSI E ORE SETTIMANALI
   
  1^ 2^ 3^ 4^ 5^
S=scritto O=orale
Religione
1
1
1
1
1
 
O
Italiano
4
4
4
4
4
S
O
Latino
2
2
 
 
 
S
O
Lingua straniera - Inglese
4
4
3
3
3
S
O
Lingua straniera - Francese
3
3
4
4
4
S
O
Lingua straniera - Spagnolo
3
3
4
4
4
S
O
Storia e Geografia
3
3
       
O
Storia    
2
2
2
 
O
Filosofia
 
 
2
2
2
 
O
Scienze
2
2
2
2
2
 
O
Fisica
 
 
2
2
2
 
O
Matematica
3
3
2
2
2
S
O
Storia dell'arte
 
 
2
2
2
 
O
Ed. Fisica
2
2
2
2
2
 
 
TOTALE ORE SETT.
27
27
30
30
30
 
 
LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE
MATERIE
CLASSI E ORE SETTIMANALI
   
  1^ 2^ 3^ 4^ 5^
S=scritto O=orale
Religione
1
1
1
1
1
 
O
Italiano
4
4
4
4
4
S
O
Lingua straniera
3
3
3
3
3
S
O
Storia e Geografia
3
3
       
O
Storia
 
 
2
2
2
 
O
Filosofia
 
 
2
2
2
 
O
Scienze
3
4
5
5
5
S
O
Fisica
2
2
3
3
3
S
O
Informatica
2
2
2
2
2
 
O
Matematica
5
4
4
4
4
S
O
Disegno
2
2
2
2
2
S
O
Ed. Fisica
2
2
2
2
2
 
 
TOTALE ORE SETT.
27
27
30
30
30
 
 

E' stato chiesto ai professori di definire sinteticamente il senso della disciplina di titolarità nell’ambito del curricolo del liceo scientifico ed abbiamo ottenuto le riflessioni che riportiamo di seguito:

 

Religione
Inserito nel quadro delle finalità della scuola con un programma articolato sui cinque anni di corso, l’insegnamento della Religione Cattolica si propone di avviare gli studenti alla ricerca critica e al confronto con i valori del cristianesimo che stanno alla base dell’esperienza storica della cultura italiana ed europea. Gli obiettivi della disciplina vengono raggiunti anche per mezzo della riflessione e del confronto con le altre culture e le altre religioni.
 
Italiano
Nell’arco del quinquennio l’insegnamento di Lingua e Letteratura Italiana si propone come obiettivi fondamentali:
• in ambito linguistico, l’acquisizione della correttezza ortografica, morfologica e sintattica e, in collaborazione con le altre discipline, il possesso dei linguaggi specifici; 
• in ambito letterario, la conoscenza delle linee fondamentali della nostra storia letteraria, dei suoi generi più significativi e dei principali autori, considerati anche in rapporto alle coeve esperienze straniere.
 
Latino
Obiettivo dell’insegnamento del Latino è la conoscenza delle fondamentali strutture morfo–sintattiche e del lessico di base, entrambi considerati in rapporto con la lingua italiana.
Per quel che concerne l’aspetto letterario, finalità principale è la conoscenza dei generi specifici della letteratura, con l’attenzione rivolta all’eredità che essi hanno lasciato nelle letterature successive, italiana in particolare. Grande attenzione è rivolta anche alla conoscenza della civiltà romana e alla sua ricaduta su quelle moderne.
 

Lingua

straniera

L’obiettivo primario per il biennio è l’apprendimento delle strutture di base della lingua, a livello semantico, lessicale e morfo–sintattico, con particolare attenzione all’aspetto comunicativo quotidiano. In seguito si approfondisce la lingua d’uso, nei suoi aspetti comunicativi, con obiettivi nell’ambito del quadro di riferimento europeo finalizzati al conseguimento di certificazione europea, e si introduce la lingua di cultura con riferimento ai testi letterati e ai contesti culturali più significativi.
 
Storia
Lo studio della storia consente di ricostruire la complessità delle relazioni fra soggetti e realtà sociali, produce la consapevolezza della varietà delle fonti e permette di riconoscere come "interpretazione" la ricostruzione degli eventi; si propone quindi di attribuire tali interpretazioni a punti di vista sui fatti e fa acquisire la capacità di distinguere nel fenomeno storico, oltre alla durata ed alla estensione geografica, gli aspetti economici, culturali, etico-religiosi.
 
Filosofia
Lo studio della filosofia consente di esercitare la riflessione sulle diverse forme del sapere e sul loro "senso" in rapporto con la totalità dell’esperienza umana; favorisce il controllo critico del discorso, analizzando le tecniche di argomentazione e i procedimenti logici; si propone inoltre di far riflettere sulle relazioni tra il linguaggio comune ed i linguaggi specifici delle varie discipline e permette di identificare tendenze o "scuole di pensiero".
 
Geografia
L’insegnamento della geografia mira a far prender coscienza della complessità delle situazioni del mondo contemporaneo, attraverso l’analisi dell’interazione uomo-ambiente, delle problematiche economiche, politiche, sociali delle diverse regioni del pianeta, associando alla acquisizione di informazioni la attitudine alla ricerca.
 
Scienze
Lo studio delle scienze si articola negli insegnamenti di Biologia, Chimica e Geografia.
Obiettivo centrale sono la conoscenza e l’interpretazione dei processi e dei fenomeni su cui si basano la vita e l’evoluzione dell’uomo e delle problematiche relativa al rapporto uomo ambiente.
 
Fisica
La Fisica, mediante i procedimenti dell’indagine scientifica, porta gli studenti a saper leggere ed interpretare la realtà tecnologica di oggi, anche attraverso l’utilizzazione di modelli. Inoltre esemplifica le applicazioni pratiche della Matematica utilizzandola come strumento.
 
Matematica
La Matematica contribuisce alla crescita culturale e alla formazione critica degli studenti, abituandoli ad affrontare l’analisi e la soluzione dei problemi e a scegliere in modo personale le strategie di approccio.
In tal modo gli alunni sono guidati ad interpretare la realtà in termini rigorosi.
Inoltre il superamento dell’ambito strettamente numerico e la consuetudine alla dimostrazione stimolano la capacità di astrazione. In quest'ottica l’Informatica contribuisce a sviluppare la capacità di organizzare le conoscenze secondo uno schema originale ma rigoroso e ad utilizzare i contenuti in modo razionale.
 
Disegno
Il Disegno e Storia dell’Arte fornisce un approccio valido all’osservazione e all’analisi della realtà mediante lo studio e l’applicazione della geometria descrittiva. Lo studio della storia dell’arte è finalizzato all’acquisizione del linguaggio figurativo tramite l’osservazione e l’analisi del prodotto artistico delle diverse civiltà e culture.
 
Ed. Fisica
L’Educazione fisica si configura come una disciplina prevalentemente pratica dove il "saper fare" ha il sopravvento sul sapere, pur senza prescindere da esso. Le discipline sportive costituiscono così uno strumento vivo e divertente per potenziare le capacità condizionali (forza, resistenza, velocità...) e migliorare la coordinazione. L’attività motoria, con la sua ambivalenza di gioco–divertimento e impegno–fatica, permette di consolidare il carattere, sviluppare la socialità e il senso civico, acquisire informazioni fondamentali sulla tutela della salute.
 
   
Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter